Vasca con doccia integrata: la soluzione due in uno per bagni funzionali

Da un lato la praticità della doccia, dall’altro la comodità e il relax garantiti dalla vasca da bagno: chi deve arredare o ristrutturare un bagno si trova quasi sempre davanti al dilemma, soprattutto se il bagno è piccolo e gli spazi limitati. Ma c’è un modo per ottimizzarli e per garantirsi i benefici della vasca da bagno e della doccia in un’unica soluzione: la vasca con doccia integrata.

   

Vasca con doccia, perché sceglierla

La vasca da bagno con doccia è una soluzione che comporta diversi benefici, sia per chi ha un bagno piccolo e vuole risparmiare spazio senza rinunciare a nulla, sia per chi ha la fortuna di poter contare su un ambiente più grande da trasformare in una vera e propria area benessere, puntando magari su una vasca idromassaggio con doccia dotata di colonna multifunzione per cromoterapia e persino aromaterapia.

A prescindere dalla modernità e dagli accessori di cui la si dota, scegliere la soluzione della vasca con doccia assicura la possibilità di scegliere tra il godersi un bagno caldo rilassante, prendendosela comoda alla fine di una lunga giornata, oppure di optare per una più veloce e pratica doccia, andando incontro anche alle esigenze dei diversi membri della famiglia.

Ovviamente, la vasca da bagno con doccia è disponibile anche in modelli più basici e ugualmente funzionali, che ben si adattano alle diverse esigenze: c’è quello dotato di pannello frontale, quello con accesso agevolato alla vasca per persone con disabilità motorie o anziani, quello dotato di vasca e classica doccia con pareti.

In caso di ristrutturazione completa, solitamente si procede smontando la vasca da bagno e predisponendo nuovi attacchi e scarichi, posando un nuovo rivestimento e poi procedendo con l'installazione della vasca da bagno con doccia.

 

Bagno con vasca e doccia integrata: come adattare la classica vasca da bagno

Non sempre è però possibile acquistare la soluzione combinata vasca e doccia, vuoi per questioni di budget, vuoi perché non si vuole ristrutturare radicalmente il bagno. In questi casi è possibile adattare la vasca già esistente, senza prevedere opere murarie e senza che sia necessario posare un nuovo rivestimento nel bagno. Le modalità sono differenti: si  può acquistare e installare una o più lastre per ricreare le pareti doccia, da fissare alla vasca stessa, e dotarsi di un soffione doccia o una colonna.

Se la vasca si trova incastonata tra due pareti è possibile acquistare il singolo vetro di chiusura paraspruzzi, da fissare poi al muro e al bordo della vasca; in alternativa si può dar vita al box acquistando il numero di lastre necessarie per crearlo, seguendo l’intero lato lungo della vasca o chiudendone solo una parte.

Per quanto riguarda la rubinetteria, si può adattare la vasca da bagno esistente installando un’asta da fissare alla parete, dotata di doccetta e portasapone, oppure optare per una colonna multifunzione con diversi getti che può essere installata a parete oppure collegata all’impianto idrico da terra, senza intervenire sui muri.